videozuma | RUGBY DI PERIFERIA
51278
page-template-default,page,page-id-51278,edgt-core-1.1,ajax_fade,page_not_loaded,,vigor-ver-1.3, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,fade_push_text_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1,vc_responsive
RUGBY DI PERIFERIA // BOTTEGA BALTAZAR

video musicale, 4′ 55″, 2016

regia di Marco Zuin | fotografia di Lorenzo Pezzano | testo e musica di Bottega Baltazar | prodotto da Videozuma

Rugby di periferia: lo sport come metafora della vita

 

Mentre due squadre si affrontano in una partita di rugby, si alternano in primo piano i volti di diverse persone che la Bottega Baltazar ha chiamato attorno a sé.
Sono teatranti, insegnanti di italiano, droghieri, danzatrici e danzatori, osti, librai, presidenti di società sportive, fotografi e studenti, capotreni e musicisti, “amici”, ognuno a suo modo legato al gruppo padovano: in pochi secondi, ogni volto rivela se stesso, la sua storia di “giocatore” nella vita, tra sconfitte e successi. La canzone racconta di uomini (stra)ordinari alle prese con gli urti della vita, parla di coraggio, di solitudini che si incontrano e di altre che si smarriscono. Il rugby si fa metafora della vita, uno sport dove vive forte lo spirito di unione, a tutti i livelli di gioco della palla ovale. Si scende in campo comunque, sempre motivati, anche se si sa già che l’altra squadra potrebbe essere più forte. Nel video, i giochi di luce che attraversano gli sguardi fissi in camera, e che durante la canzone diventano sempre più intensi e colorati, rivelano che ognuno è solo quando non è parte di una comunità, come avviene durante una partita. E anche se l’avversario è più forte non è un nemico, ma un “alleato” che ci permette di metterci alla prova e confrontarci con i nostri limiti. Il campo della squadra dei Leoni, a Camposampiero, nella provincia di Padova, diventa il teatro dove mettere in scena l’eterna partita degli uomini, dove l’avversario non è tanto nell’altra squadra quanto nel gioco stesso, chiamatelo destino, se vi va. Un gioco nel quale alla fine non si esce mai vittoriosi, ma grazie all’incontro-scontro e alla solidarietà tra esseri umani si può trovare un senso e perdere senza essere sconfitti.

 

È possibile vedere il videoclip in esclusiva su repubblica.it

Credits:

Scrittura, regia e montaggio ……… Marco Zuin
Direttore della fotografia e operatore ……… Lorenzo Pezzano
Organizzazione generale ……… Raffaella Bonora, Giorgio Gobbo
Aiuto regia/Color grading ……… Riccardo Cattapan
Assistente Operatore ……… Mauro Corti
Elettricista ……… Gianluca Cecconello
Prodotto da Videozuma in collaborazione con Bottega Baltazar

Testo e Musica ……… Bottega Baltazar, dall’album “Sulla testa dell’elefante”
Casa discografica ……… Azzurra Music, 2016
Ufficio stampa ……… Parole & Dintorni

Si sono affrontati in campo ……… Leoni (Camposampiero PD) e Variegati (Castelfranco TV)

Con la partecipazione di ……… Mirko Artuso, Irene Barichello, Nadir Basso, Fabio Beraldin, Daniele Bettella, Francesco Bonsembiante, Luciano Buggin, Carlo Carcano, Elena Crudo, Marina Giacometti, Vasco Mirandola, Andrea Pennacchi, Rafael Pellegrini, Pierangela Quaja, Marco Rizzo, Patrik Roncolato, Marco Rossi, Gianluca Segato, Marco Tizianel, Luciano Tomasin, Martina Tomasin, Enrico Zago, Silvia Zanta

Attrezzature ……… Cinemarental Venezia, Re-Movie
Location ……… Campo Amatori rugby Camposampiero + Spazio On-Off Padova
si ringraziano ……… Giuseppe Ferrari, Francesco Trentin (L’acustics)